Home Contatti   Liceo Scientifico Statale "Gobetti" - Bagno a Ripoli (Firenze)

Le nuove norme per il recupero
 
4.3.1 Sostegno e recupero: Le nuove norme per il recupero.

In conseguenza con quanto disposto dall’ O.M. n. 92 del 5.11.2007, si definiscono criteri e procedure per l’istituzione di corsi di sostegno per le insufficienze dello scrutinio intermedio e per il superamento dei debiti formativi risultanti dallo scrutinio finale.

 

Tali criteri e procedure terranno conto sia delle esigenze che delle risorse dell’Istituto, cercando di volta in volta soluzioni che salvaguardino la valenza didattica in primo luogo e considerino quale aspetto essenziale l’efficacia del recupero, quindi il raggiungimento del successo formativo degli studenti.

 

Premesso che la soluzione didatticamente più valida è senz’altro quella che prevede interventi specifici per singole classi, qualora la necessità di razionalizzare le risorse lo imponesse, si procederà, laddove è possibile, all’abbinamento tra alunni di classi parallele per un medesimo corso; in tale procedura si manterrà comunque un’attenzione particolare all’aspetto didattico, ritenendo  che né le attività formative in generale, e quindi la loro proficua ricaduta sugli studenti, né la valutazione, intesa come momento essenziale delle medesime attività,  possono essere condizionate da questioni organizzative ed economiche.

 

Attività di recupero intermedia

 

Tempi e modalità.

 

Pause didattiche in itinere:

 Ogni docente, secondo la specificità della propria disciplina e in conformità con la programmazione svolta, per consentire il recupero agli alunni in difficoltà, osserverà nel corso dell’anno scolastico, in orario curricolare e con decisione autonoma dal Consiglio di classe, pause didattiche: si intende con questa modalità operativa  la sospensione temporanea  dello svolgimento regolare del programma e l’attivazione di opportune operazioni di revisione e ripasso a fini di recupero.

Tali attività saranno formalizzate sui registri personali e sui registri di classe.

 

La programmazione degli interventi di recupero seguirà le indicazioni rilevate nei Consigli di classe dello scrutinio intermedio e  accoglierà quindi le richieste dei Consigli medesimi.

 

Per l’anno scolastico 2007-8 i corsi di recupero per le insufficienze del primo quadrimestre verranno attivati dal 7/2/2008 al 12/4/2008. Le verifiche intermedie saranno svolte al termine di ogni corso.

 

Ogni corso sarà istituito con un limite di norma di 10 alunni.

 

Ogni corso dovrà avere la durata di quindici ore.

 

All’interno di ciascun Consiglio di classe sarà seguita la seguente  procedura:

 

1)      rilievo insufficienze e indicazione della natura delle medesime: ciascun docente proporrà  al Consiglio di Classe l’elenco degli alunni per i quali vengono registrate insufficienze  nella propria disciplina, distinguendo tre diversi livelli secondo la natura e la gravità delle carenze:

 

A – Carenze di grave rilievo

B – Carenze di media entità

C – Carenze che permettono la possibilità di recupero autonomo

 

Saranno così indicati quali studenti necessitano di interventi di sostegno organizzati dalla scuola e quali invece possono “raggiungere autonomamente gli obiettivi formativi stabiliti dai docenti” (O. M. 92 5/11/07 art. 4, c.a 2);

 

2) comunicazione scritta alle famiglie degli studenti che dovranno seguire i corsi di recupero, immediatamente dopo gli scrutini del primo quadrimestre, delle materie insufficienti, delle carenze rilevate, delle date dei corsi e delle verifiche intermedie.

 

Le famiglie dovranno comunicare per iscritto alla scuola se intendano o meno avvalersi delle iniziative di recupero programmate dalla scuola.

 

3) comunicazione scritta alle famiglie degli alunni, che possono raggiungere autonomamente gli obiettivi formativi indicati dai docenti, delle carenze rilevate e dei suggerimenti per il recupero.

 

Didattica del recupero

 

E’ pertinenza dei Dipartimenti disciplinari la definizione delle voci A – B – C- (natura ed entità delle carenze); parimenti nelle stesse sedi saranno  descritte di volta in volta le modalità didattiche di recupero e sarà stabilita la tipologia delle prove di verifica, nonché i criteri di valutazione.

 

L’espressione dei dipartimenti sarà poi deliberata dai Consigli di classe; sarà tenuto conto del fatto che le verifiche intermedie, in relazione alla natura della disciplina e delle discipline oggetto degli interventi di recupero, possono prevedere verifiche scritte o scrittografiche e/o orali (O.M. n. 92 del 5.11.2007, .comma 1 art. 5).

 

Criteri per la selezione dei corsi

 

Per far fronte all’’emergenza di un’eventuale insufficienza della copertura economica rispetto alle esigenze rilevate, si ipotizza in fase transitoria di procedere ad una selezione per l’attivazione dei corsi. Per questo sono formulati  alcuni criteri, che verranno osservati secondo le necessità contingenti:

attivazione dei corsi necessari  distribuendo proporzionalmente le risorse, in attesa che arrivi la copertura economica per il completamento;

attivazione dei corsi solo per il livello A (insufficienze gravi);

attivazione dei corsi dando la precedenza alle esigenze delle classi del biennio.

 

Criteri per l’assegnazione dei docenti ai corsi di recupero

 

I corsi di recupero saranno assegnati, laddove se ne registri la disponibilità, al personale interno sulla base della graduatoria di istituto; tra il personale interno sarà data precedenza secondo la titolarità nella disciplina. L’eventuale assegnazione a personale esterno sarà condotta possibilmente sulla base delle graduatorie o di selezione previo colloquio col Preside o con docenti delegati allo scopo.

 

Attività di recupero finale

 

Tempi e modalità

 

Per le attività di recupero finale saranno attivati interventi di recupero tra il 25/6/2008 e il 1/8/2008 e nell’ultima settimana di agosto.

 

Le modalità sono al momento in fase di definizione.